FANDOM


Mario Mauro
Mario Mauro


Ministro della Difesa
In carica
Inizio mandato 28 aprile 2013
Presidente Enrico Letta
Predecessore Giampaolo Di Paola

Dati generali
Partito politico Forza Italia (1999-2009)
Popolo della Libertà (2009-2013)
Scelta Civica (dal 2013)
sen. Mario Walter Mauro
Parlamento italiano
Senato della Repubblica
Titolo di studio Laurea in filosofia
Partito Scelta Civica
Legislatura XVII Legislatura
Coalizione Con Monti per l'Italia
Circoscrizione Lombardia
Pagina istituzionale

Template:Membro delle istituzioni europee [[Categoria:Template:Bio/plurale attività Template:Bio/plurale nazionalità]]Template:Bio/catnatimortiCategoria:BioBot Mario Walter Mauro (San Giovanni Rotondo, 24 luglio 1961) è Template:Bio/articolo[[Template:Bio/link attività|politico]] [[Template:Bio/link nazionalità|italiano]].

Vicepresidente del Parlamento europeo dal 2004 al 2009 e capo della delegazione del Popolo della Libertà nel Parlamento europeo dal 2009 al 2013, attualmente è senatore della XVII Legislatura eletto con Scelta Civica e dal 28 aprile 2013 è ministro della difesa del governo Letta.

Biografia Edit

Si è laureato in filosofia presso l'Università Cattolica del Sacro Cuore, dove ha studiato nel Collegio Augustinianum. Membro del gruppo cattolico Comunione e Liberazione, è stato responsabile nazionale per la scuola e l'università di Forza Italia.

Attività politica Edit

Forza Italia e PdL Edit

Mauro è stato eletto per la prima volta al Parlamento europeo nel 1999 tra le file di Forza Italia e si è iscritto al Gruppo del Partito Popolare Europeo.

Rieletto sempre con Forza Italia per la seconda volta nel 2004, è stato uno dei 14 vicepresidenti del Parlamento europeo nella legislatura 2004-2009.

Nel 2009 si ricandida nella lista del Popolo delle libertà e viene rieletto per la terza volta. È stato proposto dal Popolo della libertà come candidato alla Presidenza del Parlamento europeo per la prima parte della legislatura 2009-2014, ma non è stato eletto. Nel 2009 viene però nominato Capo della Delegazione del Popolo della Libertà al Parlamento europeo[1].

Dal 2009 al 2011 Mauro è stato rappresentante personale della presidenza dell'OSCE contro razzismo, xenofobia e discriminazione, con particolare riferimento all'intolleranza e alla discriminazione dei cristiani e dei membri di altre religioni.[2]. È stato sostituito da Massimo Introvigne[3][4].

Dichiarazioni sui diritti delle persone LGBT Edit

In seguito all'approvazione da parte del Parlamento europeo in data 18 gennaio 2006 di una risoluzione che invita ad equiparare le coppie omosessuali a quelle tra uomo e donna e condanna come omofobici gli Stati e le Nazioni che si oppongano al riconoscimento delle coppie gay, Mauro ha dichiarato: "È stato approvato un documento ideologico che ha ben poco a che fare con la concreta tutela dei diritti fondamentali delle persone, ma suona molto di più come un manifesto inneggiante alla distruzione dei valori che hanno originato l'Unione europea come progetto politico" e "come definire altrimenti l'esortazione alle Istituzioni europee ad ingerire nella vita degli Stati nazionali modificando le costituzioni dei singoli Paesi in modo da aprire al matrimonio tra omosessuali prescindendo dalla scelta dei popoli?"[5].

Sempre in merito al riconoscimento delle coppie omosessuali, Mauro dichiarò che "il diritto comunitario non è competente in materia di diritto di famiglia dei singoli Stati Ue e quindi nell'equiparazione della famiglia con le convivenze e le unioni omosessuali"[6].

Senatore con Monti e ministro della difesa Edit

Nel gennaio 2013 lascia il Popolo della Libertà ed aderisce alla nuova forza politica del Premier Mario Monti: Scelta Civica. Il 9 gennaio 2013 si dimette ufficialmente da Capo Delegazione del PdL all'Europarlamento e dal partito, criticando duramente la ricandidatura a Premier da parte di Silvio Berlusconi e la rinnovata alleanza con la Lega Nord. Il discorso di Mauro è stato lungamente applaudito da tutti gli esponenti del Partito Popolare Europeo[7].

Alle elezioni politiche del 24 e 25 febbraio 2013 si candida per il Senato, capolista in Lombardia, nella lista denominata Con Monti per l'Italia e viene eletto senatore.

Il 30 marzo 2013, a seguito delle infruttuose consultazioni per la formazione di un governo, è stato chiamato dal Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano a far parte del gruppo ristretto che ha lo scopo di avanzare proposte riforme istituzionali[8].

Dal 28 aprile è ministro della difesa del governo Letta.

Opere Edit

  • Difendiamo il futuro: Interventi per la libertà della scuola, Biblioteca Universale Rizzoli, Collana "I Libri dello Spirito Cristiano" diretta da don Luigi Giussani, 1999
  • L’Europa sarà cristiana o non sarà, Edizioni Spirali, 2004
  • ¿Qué cultura? - V Congreso de cristianos y vida pública - 2004
  • Compagni di Scuola: genitori, insegnanti, studenti e sindacati per le generazioni del futuro, Edizioni Ares, 2004
  • Llamados a la libertad - VII Congreso de cristianos y vida pública, 2006
  • L'Europa al centro del problema - "Atlantide: migrazioni e società multiculturale", 2007
  • Il Dio dell'Europa, Edizioni Ares, 2007
  • Piccolo dizionario delle radici cristiane d’Europa (coautore con Elisabetta Chiappa), Edizioni Ares, 2007
  • Guerra ai cristiani. Le persecuzioni e le discriminazioni dei cristiani nel mondo (Coautori: Vittoria Venezia, Matteo Forte), Lindau, 2010

Onorificenze Edit

Template:Onorificenze

Note Edit

Template:References

Voci correlate Edit

Altri progetti Edit

Collegamenti esterni Edit

Predecessore Ministro della difesa Successore 30x30px
Giampaolo Di Paola 28 aprile 2013 in carica
Predecessore Capogruppo di Scelta Civica per l'Italia al Senato della Repubblica Successore
- dal 19 marzo 2013 all'8 maggio 2013 Gianluca Susta
Predecessore Capo Delegazione de Il Popolo della Libertà al Parlamento Europeo Successore
- 9 giugno 2009 - 9 gennaio 2013 Giovanni La Via

Template:Controllo di autorità Template:Portale

Categoria:Politici di Forza Italia Categoria:Politici del Popolo della Libertà Categoria:Politici di Scelta Civica Categoria:Personalità appartenenti a Comunione e Liberazione Categoria:Europarlamentari italiani della V Legislatura Categoria:Europarlamentari italiani della VI Legislatura Categoria:Europarlamentari italiani della VII Legislatura Categoria:Senatori della XVII Legislatura della Repubblica Italiana


Cite error: <ref> tags exist, but no <references/> tag was found

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.